sabato, Ottobre 23, 2021
HomeRubricheGuarda che ti passaSchitt's Creek - Recensione

Schitt’s Creek – Recensione

Schitt’s Creek è una sit com canadese ideata da Eugene Levy, dove recita con il figlio Dan, trasmessa In Canada e Stati Uniti dal 13 gennaio 2015 al 7 aprile 2020.

In Italia, la prima stagione e’ andata in onda sulla piattaforma streaming Mediaset Infinity a partire dal 14 luglio 2021

Quando il magnate e milionario del videonoleggio Johnny Rose ha regalato a suo figlio David la cittadina di Schitt’s Creek per il suo compleanno nel 1991, nessuno dei quattro membri della famiglia Rose si sarebbe mai sognato che anni dopo questo nido addormentato sarebbe stato la loro nuova casa.

Perché i ricchi Rose perdono tutta la loro fortuna a causa di una contabilità creativa fallita, e quindi non hanno altra scelta che mettere in valigia il resto delle loro cose e trasferirsi in un malandato motel a Schitt’s Creek.

READ  Netflix: Tante nomination agli Emmy Awards 2021, tra serie ed attori. Di quali si tratta

Le circostanze sconosciute rappresentano una grande sfida per Johnny(Eugene Levy), la sua dolce metà Moira(Catherine O’Hara) e i loro figli viziati e adulti David(Dan Levy) e Alexis(Annie Murphy).

Senza una lunga introduzione, la famiglia Rose viene catapultata nella piccola città e deve fare i conti con la gente del posto fin dal primo giorno. Come quando Johnny snobbando il sindaco Roland Schitt, scopre presto che le porte delle loro stanze di motel sono state rubate e adesso tocca a lui rimettere le cose a posto nella speranza che la sua famiglia possa dormire sonni tranquilli la prima notte nella loro nuova casa..

Cene, vestiti costosi e viaggi in jet privato appartengono al passato.

La serie vive principalmente dello scontro di culture, i ricchi che incontrano il popolo e nonostante le loro peculiarità, la famiglia Rose rimane solidale in tutto e per tutto. Anche se la trama inizialmente non sembra decollare, i personaggi ci fanno intuire che la storia della famiglia Rose abbia ancora molto potenziale, le situazioni non scatenano risate grasse ma un sorriso costante che attraversando i primi episodi  aiuta a far sì che questi ex ricchi, quasi caricaturali all’inizio, acquistino profilo e personalità seria senza perdere di vista il focus comico.

READ  Dietro i suoi occhi - Recensione

Schitt’s Creek è sicuramente una sitcom che ha dovuto aspettare troppo a lungo per avere il successo meritato. Il duo Levy riesce a giocare con i pregiudizi e a trovare esattamente il giusto senso dell’umorismo. Sarà interessante vedere quali avventure avrà in serbo la famiglia Rose per le prossime cinque (imperdibili)stagioni.

Dal nostro inviato in America

Bono Poda

Usi Telegram?

Unisciti al nostro canale per restare sempre aggiornato

Seguici sui social!

Instagram

Twitter

linkedin

Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli recenti