venerdì, Giugno 18, 2021
HomeNewsFacebook lavora su uno smartwatch per competere con Apple Watch

Facebook lavora su uno smartwatch per competere con Apple Watch

Facebook sta sviluppando uno smartwatch che si concentrerà sulle funzionalità di messaggistica e salute. Chi lo indossa potrà inviare messaggi con Messenger e WhatsApp e funzionerà con una connessione cellulare senza aver bisogno di uno smartphone collegato.

Saranno incluse funzionalità incentrate sulla salute, come le opzioni per monitorare gli allenamenti con gli amici o comunicare con gli allenatori e l’orologio sarà in grado di connettersi ai servizi forniti da società di salute e fitness come Peloton. Si dice che il prossimo orologio di Facebook sia dotata di una versione del software Android di Google (ndr MicroDroid?).

Facebook prevede di vendere lo smartwatch quasi al suo costo di produzione, cos’ come fa con Oculus. Non si sa quale sarà il prezzo, ma i prodotti concorrenti hanno un prezzo compreso tra i 150 e 400 euro.

È improbabile che uno smartwatch vada d’accordo con coloro che hanno dubbi sulla raccolta dei dati di Facebook. Amazon ha recentemente rilasciato una fitness band “Halo” che è stata criticata per la sua scarsa privacy. Facebook già produce alcuni prodotti hardware di consumo, tra cui i dispositivi tablet e fotocamere Oculus e Portal di cui sopra.

Leggi anche >>>  Netflix dipendenti? Ecco perché non dovreste condividere la password del vostro account
Advertisements
Loading...
apple watch and covid

Uno smartwatch di Facebook dovrebbe competere con l’Apple Watch, che è uno dei dispositivi indossabili più venduti sul mercato. Da recenti stime risulta che più di 100 milioni di persone nel mondo possiedono un Apple Watch. Facebook sta anche lavorando ai propri occhiali intelligenti a marchio Ray-Ban che potrebbero competere con i prodotti che si vocifera possano arrivare da Apple nei prossimi anni.

Leggi anche >>>  Xiaomi Mi 11 5G - ecco la data ufficiale di lancio

Facebook punta a iniziare a vendere il suo smartwatch il prossimo anno, con una seconda generazione prevista per il 2023. Le informazioni dicono che l’immissione sul mercato è “lontana” e c’è sempre una possibilità che il prodotto possa essere bocciato in fasi più avanzate del progetto.

Seguici sui social!

Instagram

Twitter

linkedin

Facebook

Usi Telegram?

Unisciti al nostro canale per restare sempre aggiornato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli recenti