martedì, Dicembre 7, 2021
HomeNewsSocialTwitch: Rapporto sulla trasparenza 2020.

Twitch: Rapporto sulla trasparenza 2020.

La piattaforma di streaming ha rilasciato per la prima volta un dettagliato resoconto sui suoi sforzi per salvaguardare i suoi utenti.

Twitch oggi ha pubblicato il suo primo rapporto sulla trasparenza, che descrive in dettaglio i suoi sforzi per salvaguardare i 26 milioni di persone che visitano il suo sito ogni giorno. Quando si tratta di trasparenza, il servizio decennale di proprietà di Amazon ha avuto molto da recuperare.

Twitch ha beneficiato di un aumento del 40% dei canali tra l’inizio e la fine del 2020, sostenuto dalla popolarità sia della tecnologia di live streaming che dei videogiochi durante la pandemia. Questa crescita esplosiva, tuttavia, è anche la sfida più grande per l’azienda quando si tratta di sconfiggere molestie e odio. A differenza dei video registrati, i contenuti live sono spesso spontanei ed effimeri. Le cose accadono e basta, di fronte a un pubblico dal vivo di migliaia o decine di migliaia di persone. Ciò può includere qualsiasi cosa, da ragazzini di 11 anni che giocano dal vivo a Minecraft, esponendoli a potenziali predatori, alla celebrità dei videogiochi bandita Guy “Dr Disrespect” Beahm in streaming da un bagno pubblico all’E3.

Nel suo nuovo rapporto sulla trasparenza Twitch riconosce questa difficoltà e per la prima volta offre dettagli specifici su quanto bene moderi la sua piattaforma. Sebbene i risultati siano incoraggianti, ciò su cui Twitch storicamente non è stato trasparente parla altrettanto forte.

Twitch si è guadagnato subito una brutta reputazione come social . Le donne e le minoranze in streaming sulla piattaforma hanno ricevuto odio mirato da un pubblico ostile di persone che credevano non appartenessero propriamente agli stereotipi dei giocatori. Le vaghe linee guida di Twitch sui cosiddetti contenuti “sessualmente allusivi” sono servite da carburante per l’auto-nominata polizia anti-boob per segnalare in massa le donne streamer di Twitch. Moderatori volontari hanno osservato la rapida chat di Twitch per eliminare le molestie. E per gli streamer problematici, Twitch si è basata sui rapporti degli utenti.

READ  Il remake di Metal Gear Solid per PS5: parla David Hayter

Nel 2016, Twitch ha introdotto uno strumento AutoMod, ora abilitato per impostazione predefinita per tutti gli account, che blocca ciò che la sua intelligenza artificiale considera messaggi inappropriati degli spettatori. Come altre piattaforme di grandi dimensioni, anche Twitch fa affidamento sull’apprendimento automatico per segnalare contenuti potenzialmente problematici per la revisione umana. Twitch ha investito in moderatori umani per rivedere anche i contenuti segnalati. Tuttavia, uno studio del 2019 della Anti-Defamation League ha rilevato che quasi la metà degli utenti di Twitch intervistati ha riferito di aver subito molestie. E un rapporto di GamesIndustry.Biz del 2020 ha citato diversi dipendenti di Twitch che descrivono come i dirigenti dell’azienda non dessero la priorità agli strumenti di sicurezza e fossero superficiali nei confronti dell’incitamento all’odio.

READ  Genshin Impact: risposte al quiz di Paimon

Nel corso degli anni, Twitch ha appreso che i molestatori in malafede possono utilizzare come arma i suoi vaghi standard della comunità e nel 2020 ha rilasciato versioni aggiornate delle linee guida “Nudità e abbigliamento”, “Terrorismo e violenza estrema” e “Molestie e condotta ostile”. L’anno scorso, Twitch ha nominato un consiglio consultivo per la sicurezza di otto persone, composto da streamer, esperti di anti-bullismo e ricercatori sui social media, che redigerebbero politiche volte a migliorare la sicurezza, la moderazione e sane abitudini di streaming.

Dopo aver costruito la sua solida comunità e cultura, Twitch sembra aver fatto un recente e pesante investimento di back-end con moderazione dopo anni di sfide relative a molestie e odio.

Poiché Twitch è diventato mainstream, quasi ogni tipologia di utente lo ha utilizzato almeno una volta. Proprio per questo, la piattaforma sembra investire nella cura di questa base di utenti fiorente e diversificata. Allo stesso tempo, parte di ciò che ha reso Twitch così grande è stata la sua tolleranza.

Twitch rilascerà un rapporto di responsabilità aggiornato due volte l’anno, offrendo l’opportunità di attenersi agli standard che ha stabilito.

Usi Telegram?

Unisciti al nostro canale per restare sempre aggiornato

Seguici sui social!

Instagram

Twitter

linkedin

Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli recenti