venerdì, Giugno 18, 2021
HomeHardwareStampanti e cartucce: Consigli per l'acquisto

Stampanti e cartucce: Consigli per l’acquisto

Oggi vorrei parlare di un argomento che spesso fa discutere, quando dobbiamo comprare una stampante. Le domande sono sempre la stesse, quale stampante acquisto? Quale marca? Che cartucce monta? Rispondere a queste domande non è difficile, bisogna capire bene le esigenze per cui vogliamo fare questa tipologia di acquisto.

Innanzitutto bisogna fare una precisazione, prima dell’acquisto di una stampante dobbiamo andare a controllare che cartucce monta, toner, getto d’inchiostro o ancora eco tank. Iniziamo a differenziare queste tre categorie di cartucce e le relative stampanti:

  • Stampanti con cartucce a getto di inchiostro;

Come funziona una stampante a getto d’inchiostro?

L’inchiostro viene emesso da speciali ugelli mentre scorrono sopra la carta. Il funzionamento di una stampante a getto è facile da visualizzare: inchiostro liquido di vari colori viene spruzzato sulla carta o su altri supporti, come plastica o tela, per creare l’immagine finale.  In commercio troviamo vari marchi, le più vendute sono HP,CANON,EPSON. Tutti e 3 i marchi sono di aziende specializzate nel settore ed il costo può partire dai 30 euro a salire, come detto precedentemente la cosa che fra le 3 maggiormente differisce sono le cartucce e i relativi costi. Basti pensare che le cartucce originali variano da un costo di 10 euro ad arrivare ad un costo a cartuccia di 25 euro. E poi troviamo nel commercio anche le cartucce compatibili, che variano da un costo di 1 euro fino ad un massimo di 10 euro a cartuccia, ma non tutti i marchi supportano le cosi dette compatibili. Secondo un mio giudizio esiste una speculazione in termini economici forte su questo binomio “ stampante e cartucce a getto d’inchiostro”. Basti pensare che una stampante possa costare anche 30 euro ma poi andando a vedere il costo della cartuccia equivale al costo della stampante. Il consiglio è di trovare una stampante che pur se costi qualche euro in più non fa nulla, ma l’importante è il costo delle cartucce che deve essere contenuto perché una stampante si cambia in media ogni 3-4 anni, le cartucce ( dipende dall’uso che se ne fa ) si possono cambiare anche ogni 2-3 mesi. Da non dimenticare che le cartucce tendono a diventare secche se non si usano per molto tempo ( consigliabile una stampa ogni 10 giorni ).

  • Stampanti con toner;

Come funziona una stampante a toner?

 Il toner è un pigmento costituito da una polvere finissima contenente particelle di carbone, ossidi di ferro e resina, usato nelle stampanti laser, nelle fotocopiatrici e nei fax. … Le cartucce di stampa per le stampanti correnti sono disponibili in ciano, magenta, giallo e nero (CMYK). In commercio ci sono vari marchi, BROTHER,SAMSUNG;HP su tutte. A differenza del getto di inchiostro qui la stampante ha un costo medio di 70 euro a salire e il toner costa dai 30/35 euro in poi. Sicuramente il binomio stampante/toner è il migliore perché garantisce una stampa di qualità elevata e un numero di stampe molto elevato. Il toner non ha bisogno di manutenzione eccesiva visto che si tratta di una polvere e quindi può rimanere anche mesi ferma senza stampare perché non diventa secco come le cartucce ( è consigliabile ogni 10/15 gg fare comunque una stampa ). Per queste tipologie di stampanti in commercio ne esistono due; la prima toner monocromatico, la seconda toner monocromatico e a colori, logicamente i costi per avere anche il colore sono più elevati ma la qualità di stampa anche essa risulta eccezionale.

Leggi anche >>>  Xiaomi Mi 11 Pro: data di uscita, prezzo e rumors
Advertisements
Loading...

  • Stampanti Ekotank;

A differenza della maggior parte delle stampanti, i modelli della gamma EcoTank non utilizzano cartucce, ma sono dotati di serbatoi ad altissima capacità ricaricabili con l’inchiostro contenuto nei flaconi forniti in dotazione. In commercio esiste un marchio specializzato per questa tipologia di stampanti ed è EPSON. Questa stampante fra quella a getto di inchiostro e a toner è la più costosa, mediamente in commercio si trova a 150 euro e circa 10 euro per flacone. Qui ci soffermiamo un po’ per fare qualche considerazione visto che in commercio esiste non da molto tempo. Una vera e propria rivoluzione nel pianeta delle stampanti inkjet è arrivata grazie alla Epson e alla sua serie a getto d’inchiostro EcoTank, con la quale cambiano di fatto sia le modalità di utilizzo che di gestione dei singoli apparecchi. Diversamente da quanto accade con la maggior parte delle macchine, le stampanti della serie Epson EcoTank infatti non fanno uso di cartucce. Il motivo è presto detto: hanno in dotazione dei serbatoi dalla grandissima capacità, che è possibile ricaricare con l’inchiostro contenuto all’interno di flaconi. Si tratta di movimenti semplici e intuitivi, favoriti da una colorazione diversa a seconda del serbatoio, con la possibilità di monitorare in diretta il livello di inchiostro presente all’interno. C’è inchiostro sufficiente per stampare un numero impressionante di pagine fin da subito (fino a 14mila circa), ecco perché è possibile affermare che c’è un grosso risparmio non solo di costi ma anche di tempo. La sostituzione infatti non avverrà più con una certa frequenza: basterà comprare gli inchiostri e ricaricare i serbatoi quando strettamente necessario. E’ poi giusto sottolineare come la configurazione dell’apparecchio sia del tutto agevole, in abbinamento a un’operazione di ricarica ‘easy’: un mix di alta tecnologia che consente di realizzare stampe di qualità dalla prima fino all’ultima pagina nel nome del rispetto ambientale, una linea guida sempre più attuale e trasversale.

Leggi anche >>>  Asus ROG Phone 4 (o 5): in arrivo?

Da ricordare che qualsiasi tipologia di stampante si sceglie è abbinata nella maggioranza delle volte la tecnologia Wi-Fi  che permette di eliminare i fili per la connessione e riuscire a stampare da qualsiasi dispositivo mobile o fisso ( tablet, cellulare, pc, ecc), ed inoltre può essere anche scanner e fotocopiatrice oltre che semplice stampante.

In conclusione spero di aver chiarito le differenze delle varie stampanti, logicamente non si può dare un consiglio su quale acquistare perché ci sono esigenze differenti, esempio utilizzo solo per l’abitazione personale, oppure in una scuola o ancora in qualche ufficio, però quello che posso affermare prima di scegliere un modello di stampante rivolgetevi ad un personale qualificato e adesso che avete qualche informazione in più mi auguro che potete scegliere il vostro modello con più sicurezza.

Se hai un dubbio,necessiti di supporto o di informazioni resto a tua disposizione. Fissa un appuntamento e saremo lieti di supportarti come se fossimo li con te. /https://www.helpmetech.it/fissa-un-apputamento/ oppure contattaci su Facebook.

Seguici sui social!

Instagram

Twitter

linkedin

Facebook

Usi Telegram?

Unisciti al nostro canale per restare sempre aggiornato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli recenti