mercoledì, Dicembre 1, 2021
HomeNewsGoogle Foto, stop a spazio illimitato: a pagamento oltre un certo limite

Google Foto, stop a spazio illimitato: a pagamento oltre un certo limite

Google Foto se ne sta andando o almeno, l’utile servizio gratuito che abbiamo usato per memorizzare anni di fotografie sta per essere colpito colpito da un limite di archiviazione. Se vai oltre la quota gratuita, dovrai pagare per memorizzare le tue foto. Questo non è bello, ma ciò che è quasi altrettanto fastidioso sono le tattiche di paura che Google sta usando per convincere gli utenti gratuiti a passare ad un abbonamento a pagamento.

Come ha scritto Paul Monckton di Forbes la settimana scorsa:

“In una recente e-mail per gli abbonati, il team di Google Photos ha delineato nuove funzionalità di editing premium disponibili esclusivamente per i suoi clienti paganti Google One. Tuttavia, l’e-mail contiene anche una sezione un po’ sorprendente che incoraggia gli utenti a utilizzare più della loro quota di archiviazione passando dall’alta qualità ai caricamenti in qualità originale o rischiare conseguenze apparentemente disastrose. Secondo l’e-mail, “le foto di qualità originale conservano la maggior parte dei dettagli e ti permettono di ingrandire, ritagliare e stampare le foto con meno pixel”. Mentre questa affermazione è oggettivamente vera, è in contrasto con ciò che Google ci ha detto in passato sulla sua opzione di alta qualità”.

Paul Monckton

Google ha anche inserito una foto per illustrare l’apparente, percettibile differenza tra le impostazioni di qualità “originale” e “alta“. Tuttavia, il loro esempio è un po’ sospetto – è uno scatto di un uccello che sembra perfetto sul lato “qualità originale”, e pixellato o sfocato sul lato “alta qualità”.

READ  Shin Megami Tensei 5: il trailer del Nintendo Direct giapponese è diverso, con più mostri e gameplay - Notizia - Nintendo SwitchVideogiochi per PC e console | Multiplayer.it

Non ha molta importanza, però, perché Google sta facendo allarmismo. Quello che penso che l’azienda stia effettivamente cercando di dire è che le fotografie di alta qualità sono memorizzate ad un massimo di 16MP, o 4920 x 3264 pixel, mentre le immagini di qualità originale sono (ovviamente) memorizzate senza alcun limite alle loro dimensioni di file, numero di pixel o dimensioni. In teoria, si può ritagliare una porzione più piccola di un’immagine di alta qualità e mantenere ancora un livello di dettaglio abbastanza alto per, diciamo, stampare una copia – più di quanto si avrebbe altrimenti se si ritagliasse la stessa sezione di un’immagine a bassa risoluzione.

READ  Death Trash: un brillante (e orrido) GDR indie in Early Access - ProvatoVideogiochi per PC e console | Multiplayer.it

Allontanarsi dai backup gratuiti e illimitati in Google Photos non è esattamente un grande cambiamento per l’utente, ma da una prospettiva di business, ha senso per Google. Le persone stanno caricando sempre più file su Google Photos ogni giorno, il che richiede a Google di gestire una quantità esorbitante di spazio sul server, e offrirlo gratuitamente per sempre non è mai stato sostenibile. Invece, Google può convincere più persone a pagare mensilmente o annualmente per piani di archiviazione a pagamento e fare molti più soldi nel processo. E’ possibile che Google aggiunga alcuni vantaggi di archiviazione Google One a pagamento con i futuri Pixel per compensare il cambiamento di politica, ma solo il tempo ci dirà cosa (se qualcosa) accadrà su questo fronte.

Usi Telegram?

Unisciti al nostro canale per restare sempre aggiornato

Seguici sui social!

Instagram

Twitter

linkedin

Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli recenti