lunedì, Giugno 14, 2021
HomeNewsConnessione 6g: ologrammi ed intelligenza artificiale

Connessione 6g: ologrammi ed intelligenza artificiale

Già si parla di 6g, la connessione di sesta generazione che promette ologrammi a grandezza naturale ed utilizzo dell’intelligenza artificiale

L’implementazione della connessione 5g è ancora in atto ma il mondo delle telecomunicazioni pensa già al futuro.

Stiamo parlando della connessione 6g, la tecnologia mobile di sesta generazione che rappresenterà una naturale evoluzione e consolidamento delle prestazioni assicurate dal 5G e che promette cose stupefacenti.

connessione 6g

In cima alle applicazioni che più di altre beneficeranno del 6G c’è la guida autonoma, l’integrazione dell’intelligenza artificiale in dispositivi Internet delle Cose e, soprattutto, i mondi 3D della realtà virtuale e aumentata.

Advertisements

Un semplice ologramma 3D a grandezza naturale di tutto il corpo richiederà una larghezza di banda in Tbps (Terabit al secondo) per essere correttamente visualizzato – sottolineano gli analisti – con tecniche di compressione avanzate architettura 6G e capacità radio correlate dovremmo mirare a trasmettere questo ologramma ad alta risoluzione su un collegamento mobile. Ciò estenderà la realtà oltre lo spazio e trasformerà il modo in cui comunichiamo tra noi”, dicono gli analisti.

Advertisements
Loading...

Il 6G ci interessa da vicino, visto che l’Italia, con l’Università di Pisa e il Politecnico di Torino, è tra i primi paesi a sperimentare quanto descritto in Hexa-X .

È il programma dell’Unione Europea finanziato con 12 milioni di euro che coinvolge 25 partner continentali, tra cui Ericsson, Nokia, Intel, e che intende portare avanti i test sul 6G in modo da recuperare terreno rispetto a Cina e Stati Uniti, nella corsa al prossimo standard di rete.

Advertisements

Fonte:Ansa

Advertisements
Loading...

Usi Telegram?

Unisciti al nostro canale per restare sempre aggiornato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli recenti