domenica, Giugno 20, 2021
HomeNewsIntrattenimentoNetflix dipendenti? Ecco perché non dovreste condividere la password del vostro account

Netflix dipendenti? Ecco perché non dovreste condividere la password del vostro account

Avira spiega come proteggere in poche e semplici mosse il proprio account Netflix da accessi indesiderati e furti di identità

TETTNANG, 3 giugno 2021 – Netflix è la soluzione ideale per tutti gli appassionati di cinema e per quelli che amano guardare le serie TV senza essere infastiditi da dozzine di pubblicità e senza rischiare che il PC possa essere infettato da virus. La pensano così gli oltre 203 milioni di utenti sparsi in tutto il mondo che hanno scelto i contenuti della società americana per il proprio tempo libero. 

Proprio perché sempre più persone hanno iniziato a utilizzare il servizio, soprattutto durante il lockdown, il gigante dello streaming è diventato anche uno dei bersagli preferiti dei criminali informatici. A prima vista, i furti degli account Netflix potrebbero sembrare una cosa di poco conto, ma le violazioni non avvengono solo per poter guardare gratis film e serie tv. C’è da tener conto del fatto che all’interno di ogni profilo vengono custoditi infatti oltre ai dati della carta di credito, anche altre informazioni personali e se la password dell’account coincide con quella utilizzata per il conto corrente online, allora i rischi diventano considerevoli.

I 6 consigli di Avira per proteggere l’account Netflix

1. No alla condivisione della password
Condividere con qualcuno la password del proprio profilo Facebook non è solitamente contemplato, eppure quando si tratta di servizi come Netflix bisogna ammettere che la condivisione delle credenziali è ormai una pratica molto comune.

Infatti, condividere con qualcuno la password del proprio account Netflix non significa soltanto offrirgli la possibilità di guardare contenuti a proprie spese, quanto piuttosto concedere l’accesso all’intero account e alle relative informazioni sensibili in esso contenute.  Tramite la password si può accedere alle impostazioni e modificarle, e al tempo stesso è sufficiente spuntare una casella per scollegare tutti i dispositivi connessi. A quel punto per effettuare il login, sarà necessario inserire la nuova password e chiunque sia in possesso delle credenziali potrebbe bloccare l’accesso al legittimo proprietario. In tal caso la soluzione può essere reimpostare la password tramite il link inviato alla propria casella personale, a patto che le credenziali di accesso utilizzate non siano uguali a quelle già compromesse dell’account Netflix.

2. No al riutilizzo delle password
Può sembrare un aspetto di poco conto, ma quando la password utilizzata per i servizi di streaming è già stata impostata su altri account il rischio di compromissione e violazione dei dati aumenta sensibilmente. Anche se si tratta di uno dei peggiori errori in materia di sicurezza dei dati, molte persone continuano a usare la stessa password su più siti web e se quella di Netflix coincide con il conto bancario o con altri account sensibili il rischio diventa serio. È vero che impostare e ricordare password differenti per ogni servizio può essere un’impresa ardua, ma in tal caso ci si può avvalere di programmi specializzati chiamati “gestori di password” che le possono generare e ricordare al posto dell’utente.

3. Scollegare gli account dai dispositivi
La maggior parte delle smart TV ha già integrati nel menu i principali servizi di video on-demand. Un errore comune è quello di dimenticare di scollegare il proprio account da un dispositivo utilizzato momentaneamente, spesso infatti sulle smart TV nelle camere degli hotel è possibile trovare ancora collegati account Netflix, il che dà a eventuali malintenzionati accesso all’email e al numero di telefono dell’utente. Per cui è fondamentale scollegare l’account dagli apparecchi di cui si usufruisce solo per un certo lasso di tempo e di cui non si è proprietari. È sufficiente cliccare su “Account” in alto a destra nella pagina di Netflix e selezionare l’opzione “Esci dall’account su tutti i dispositivi”. Buona norma sarebbe anche quella di cambiare la password.

Leggi anche >>>  Flash Player non sarà più supportato. Cosa succede adesso?
Advertisements
Loading...

4. Attenzione alle presunte email di Netflix
Oltre alle email legittime, tra cui ci sono anche quelle che avvisano quando l’account viene associato a un nuovo dispositivo, tanti utenti hanno segnalato la ricezione di email di phishing che fanno leva sul famoso marchio. Netflix è infatti uno dei principali bersagli al mondo per quanto riguarda gli attacchi di questo tipo. Le email contraffatte vengono ideate per invitare i destinatari a cliccare su un link che rilascia malware o a pagare una ricevuta online e quindi a inserire le credenziali dell’account e i dati bancari su un sito fasullo. Prima di procedere è importante verificare il link nella barra degli indirizzi e la presenza del lucchetto che indica una connessione protetta, così come prestare attenzione ad eventuali errori di ortografia che sono spesso un chiaro campanello d’allarme. Infine, per vagliare qualsiasi sospetto, conviene accedere all’account direttamente dal browser e non tramite eventuali collegamenti riportati nel testo dell’email. È buona norma segnalare il potenziale tentativo di phishing direttamente a Netflix, utilizzando questo indirizzo: [email protected]

Leggi anche >>>  Google eliminerà la tua raccolta di Play Music alla fine del mese

5. Controllare i contenuti visualizzati
Una delle caratteristiche più utili di Netflix è il suo storico che tiene traccia dei contenuti fruiti per fornire consigli basati sulle preferenze degli utenti. L’opzione può essere utilizzata anche per controllare se qualcun altro ha utilizzato l’account ad insaputa del titolare. Selezionando l’opzione “Attività di visione contenuti” è possibile verificare se nell’elenco ci sono titoli che non sono stati visualizzati personalmente. Il più delle volte, la presenza di programmi sconosciuti è segno di un account hackerato.

6. Utilizzare una VPN
Accedere a un dispositivo collegato a una rete Wi-Fi pubblica ed entrare in possesso dei dati personali o di un account è davvero un gioco da ragazzi per gli hacker di professione. Utilizzare una VPN per guardare Netflix crittograferà il traffico di dati e impedirà ai malintenzionati l’accesso al dispositivo. La VPN stabilisce infatti una connessione sicura del dispositivo a Internet e il traffico viene indirizzato a un tunnel virtuale che lo crittografa, mascherando anche l’indirizzo IP dell’utente e rendendo quasi impossibile ai criminali rintracciare il suo vero indirizzo IP e la posizione reale.

Quando un account viene violato, è necessario contattare il prima possibile l’assistenza di Netflix. Nel caso in cui si abbia ancora la possibilità di accedere al proprio account è importante procedere subito con il logout su tutti i dispositivi utilizzando l’opzione “Esci dall’account su tutti i dispositivi”. Il passo successivo è l’aggiornamento tempestivo della password. È importante inoltre controllare anche l’estratto conto per assicurarsi che non ci siano addebiti insoliti.

Per una maggiore protezione dell’account è buona norma verificare periodicamente i suggerimenti forniti da Netflix: https://help.netflix.com/it/node/13243

Seguici sui social!

Instagram

Twitter

linkedin

Facebook

Usi Telegram?

Unisciti al nostro canale per restare sempre aggiornato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli recenti