domenica, Settembre 26, 2021
HomeVideogameMiyazaki ha rivelato tante informazioni su Elden Ring

Miyazaki ha rivelato tante informazioni su Elden Ring

Finalmente abbiamo dato uno sguardo adeguato a Elden Ring durante il Summer Games Fest della scorsa settimana, e tutto d’un tratto abbiamo una marea di informazioni su cosa aspettarci dal gioco in arrivo. In un’intervista con IGN, il leggendario regista Hidetaka Miyazaki ha dato molte informazioni sulla storia di fondo, insieme ad alcune discussioni sulle abilità, sul multiplayer e sulla struttura del gioco.

Uno dei primi argomenti discussi riguarda l’ambientazione di Elden Ring, le terre di mezzo, progettata per dare “un enorme senso di grandezza e questa ampiezza e apertura”. È divisa in sei aree principali, ognuna delle quali è il dominio di un semidio. Queste sono allineate per suggerire un ordine specifico in cui affrontarle, ma il giocatore può prendere le proprie decisioni su quale fare prima. “Non sarete in grado di accedere a tutto dall’inizio, ma ci sono molti modi diversi per avvicinarsi ad ogni area”, ha spiegato Miyazaki. “E c’è anche molta libertà riguardo all’ordine in cui si affrontano le diverse aree”.

Le varie aree del gioco

I giocatori saranno in grado di accedere a un’area hub un po’ più avanti nel gioco, da cui si può “diramare”, e anche alle sei aree principali della terra di mezzo. “Questi saranno i domini o le aree dei principali boss semidio”, ha spiegato Miyazaki. “Da qui, sarete in grado di esplorare non solo queste aree di dungeon principali, ma anche una grande varietà di catacombe, castelli e fortezze, che sono sparsi in tutta la mappa. Questi hanno una gamma di scala e portata, ma i dungeon principali sono questi sei – questi sono quelli in cui ti dirigerai nelle tue avventure nel mondo principale. “

Tutto questo suona come una mappa enorme, e fortunatamente, Elden Ring avrà davvero un sistema di viaggio rapido per le lunghe distanze.

In termini di gameplay, il giocatore potrà saltare. Il che dovrebbe aiutare a schivare gli attacchi di alcuni di quei mostri enormi, e i giocatori saranno ora in grado di andare in giro a cavallo. Le nuove aggiunte al combattimento includono la possibilità di “evocare gli spiriti dei nemici deceduti e usarli come alleati nelle battaglie”, che Miyazaki ha descritto come un’alternativa al semplice combattimento frontale. “Quindi abbiamo una serie di elementi che ti permettono di affrontare diverse situazioni con un alto livello di libertà”, ha aggiunto.

READ  Il remake di Metal Gear Solid per PS5: parla David Hayter
Miyazaki

Acquisire abilità su Elden Ring

Per quanto riguarda il modo in cui è possibile acquisire queste abilità, Miyazaki ha detto che mentre alcune possono essere acquistate nei negozi o acquisite dai Npc, sono generalmente “nascoste in tutto il mondo di gioco per il giocatore da scoprire attraverso l’esplorazione, piuttosto che sbloccarle attraverso un albero delle abilità come nei titoli precedenti”.

READ  Crash Bandicoot 4: trailer e data upgrade per PS5

Un’altra differenza rispetto ai precedenti titoli FromSoft (dove abilità e armi erano collegate) è che i giocatori saranno in grado di “scambiare liberamente le abilità tra una grande varietà di armi” e anche imparare la magia. E sembra che ci sarà molto da scegliere, con 100 abilità in totale. “Pensiamo che la personalizzazione della costruzione sarà ancora più ricca e più varia di prima”, ha spiegato Miyazaki.

Il sito web di Elden Ring ha precedentemente dettagliato che il gioco avrà una qualche forma di multiplayer, e Miyazaki ha spiegato che questo avrà la forma di convocare “altri giocatori per il gioco cooperativo”.

I vari dettagli che Miyazaki ha rivelato

Miyazaki è anche entrato in un discreto numero di dettagli sulla storia del gioco, che spiega un po’ perché il giocatore è chiamato The Tarnished:

“…Nel mondo di Elden Ring, le terre di mezzo sono benedette dalla presenza dell’Elden Ring e dall’Erdtree. Che simboleggia la sua presenza, e questo ha dato grazia o benedizione alle persone in tutta la terra, grandi e piccole. Ciò che questo ha rappresentato in loro è questa sorta di luce dorata, o quest’aura dorata, che si manifesta specificamente nei loro occhi. E questo simboleggia la benedizione o la grazia dell’Erdtree. Tuttavia, dopo un certo tempo, ci sono stati alcuni individui che hanno perso questa grazia, e la luce è svanita dai loro occhi. E questi sono conosciuti come gli Appannati.

READ  GTA 6: in arrivo per PS5 e Xbox Series X?

“Quindi, gli occulti, si potrebbero chiamare individui occulti che hanno perso la grazia. E questo accadeva molto tempo prima dell’ambientazione del gioco, molto tempo prima. Gli antenati dei personaggi che sono presenti nel mondo sono stati banditi ed esiliati da The Lands Between. Poi, molto tempo dopo, l’Anello di Elden è stato distrutto in un evento storico. Questo innesca il ritorno di questa grazia perduta e chiama gli occulti, che furono esiliati dalle Terre di Mezzo, e li guida indietro. Quindi questo è il punto di partenza, o l’impulso per il gioco stesso, gli appannati che vengono chiamati dalla grazia perduta e tornano nelle Terre di mezzo”.

READ  Il remake di Metal Gear Solid per PS5: parla David Hayter

Ci sono molte altre discussioni sulla storia di Elden Ring e sui contributi di George R.R. Martin nell’intervista completa di IGN, ma anche un’altra intervista con Famitsu ha fornito ulteriori dettagli sul gioco. Come la serie Dark Souls, i giocatori creeranno i propri personaggi (piuttosto che giocare come un personaggio fisso come Sekiro). Ci sono finali multipli, e il percorso per ognuno di questi è apparentemente abbastanza libero – il che significa che si spera che non si finisca bloccati su un percorso prestabilito all’inizio del gioco.

Miyazaki

La co-op multiplayer sarà possibile nelle grandi aree aperte e nelle battaglie con i boss. Ma apparentemente non sarete in grado di cavalcare insieme in multiplayer. C’è anche un po’ di multiplayer asincrono, con i giocatori in grado di creare gruppi e parole chiave.

Miyazaki ha anche confermato che Elden Ring è il più grande gioco mai realizzato da FromSoftware. E che giocare senza molte deviazioni dovrebbe richiedere circa 30 ore.

Dopo anni di silenzio sono sicuramente un sacco di informazioni. E non abbiamo ancora avuto la presentazione di Bandai Namco all’E3 (dove, presumibilmente, potremo vedere o sentire parlare di Elden Ring). Per maggiori dettagli su come sintonizzarsi, assicuratevi di controllare la nostra guida alla conferenza E3.

Usi Telegram?

Unisciti al nostro canale per restare sempre aggiornato

Seguici sui social!

Instagram

Twitter

linkedin

Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli recenti