martedì, Luglio 27, 2021
HomeNewsMinare Bitcoin o Ethereum?

Minare Bitcoin o Ethereum?

Il mining di criptovaluta è una delle pratiche comuni che la maggior parte delle persone adotta per guadagnare un profitto extra.

Pertanto, se vuoi realizzare un profitto, devi acquistare attrezzature (come Antminer T19) per avviare il processo di mining. La selezione di un portafoglio e un algoritmo di consenso è il passo successivo, facendo riferimento ai tipi di moneta per il mining disponibili sul mercato sono bitcoin, bytecoin ed Ethereum. Confrontare il modo di mining e i risultati sono operazioni diverse per ognuna di queste criptovalute.

Esistono tre tipi di criptovaluta che vengono estratte in tutto il mondo, dove uno dei più comuni è il bitcoin. L’unica differenza è il mining dell’Ethereum, dove il miner estrae l’etere e lo vende al mercato. Parlando in modo logico, ma qui arriva la parte interessante che è garantire i blocchi della rete sicura per rivendicare il credito vendendoli a livello globale.

La procedura di richiesta del credito rimane la stessa, ovvero: collega la chiave privata al tuo portafoglio e utilizza un algoritmo sicuro per effettuare la transazione, il più sicuro è SHA-256 a causa dei suoi bit di uscita fissi dopo aver dato due input arbitrari .

Bitcoin vs Ethereum

valore bitcoin

Due delle criptovalute più minate al mondo sono Bitcoin ed Ethereum (esiste Innosilicon A10 Pro per minare Ethereum). Cosa le rende uniche? La prima cosa è sicuramente il fatto che sono tra le criptovalute più “vecchie” e quindi anche sono redditizie. Il secondo è l’hardware perché per minare qualsiasi criptovaluta abbiamo bisogno quasi dello stesso hardware, quindi perché non scegliere quella più redditizia?

Considerando l’hardware ci sono due tipi di setup che possono essere utilizzati per il mining, uno è basato su GPU (graphical processing unit) mentre l’altro è basato su ASIC (Application-specified integrated circuit). Possiamo minare qualsiasi criptovaluta utilizzando qualsiasi setup, sia a base GPU che ASIC. Ciò che fa la differenza è il prezzo, il profitto, il consumo di elettricità e la durata della piattaforma.

Leggi anche >>>  Cosa sono gli NFT? come funzionano, come investire?
Advertisements
Loading...

Le due criptovalute più competitive sul mercato sono una Bitcoin e l’altra è Ethereum, non sono nemmeno considerate rivali a causa dei loro diversi profitti e diverse organizzazioni.

Leggi anche >>>  Cashback rimborso e reclamo. Facciamo Chiarezza.

Il confronto

Il confronto tra Bitcoin ed Ethereum non è una cosa utile da fare, ma si possono comunque confrontare a causa della loro enorme quota di mercato. Il prezzo di un bitcoin (BTC) secondo il mercato attuale è di 48000 dollari e un Ethereum (ETC) vale “solo” 1800 euro. Qui molti minatori e persino gli investitori cambieranno idea, ma teniamo conto dell’efficienza mineraria o in altre parole del profitto ricevuto. Un investimento di lunga data in un bitcoin è una cosa intelligente, ma tenere in considerazione Ethereum è comunque un buon investimento. D’altra parte, ottenere profitti immediati da Ethereum è molto più semplice perché è abbondantemente disponibile. Il consumo di energia non è un fattore di confronto perché entrambi utilizzano lo stesso impianto e consumano la stessa elettricità. Per i profitti immediati, il bitcoin non è preferibile perché quasi il 70% è la moneta che viene estratta.

L’estrazione di qualsiasi moneta richiede pazienza e strategia. D’altra parte, tecnicamente il profitto giornaliero è l’obiettivo chiave per il miner, entrambe le monete hanno i loro pro e contro. Bisogna scegliere in base alle proprie esigenze.

Seguici sui social!

Instagram

Twitter

linkedin

Facebook

Usi Telegram?

Unisciti al nostro canale per restare sempre aggiornato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli recenti