mercoledì, Dicembre 1, 2021
HomeNewsCybersecurityMediaWorld: il gigante della tecnologia sotto attacco Hacker

MediaWorld: il gigante della tecnologia sotto attacco Hacker

Tramite un attacco ransomware il gigante della tecnologia, MediaWorld, messo k.o.

Qualche giorno fa era toccato al gigante delle patatine, San Carlo ora è il turno di MediaWorld

Da quanto si apprende i server di MediaWorld – società che è di proprietà della tedesca MediaMarkt – secondo quanto ricostruito dalla piattaforma olandese RTL Nieuws, sarebbero stati colpiti durante lo scorso weekend.

Il gruppo criminale fautore dell’attacco sarebbe quello soprannominato Hive, lo stesso che qualche settimana fa ha preso in ostaggio i server di alcune reti ospedaliere americane bloccando del giorno visite ed esami.

Il blitz degli hacker sarebbe partito tra il 7 e l’ 8 novembre ed è stato annunciato dalla piattaforma olandese RTL Nieuws.

READ  Gamescom 2021 Xbox Stream: tutte le novità presentate da Microsoft - NotiziaVideogiochi per PC e console | Multiplayer.it

Computer in stalloe servizi digitali terremotati.

La richiesta di riscatto, stando alle notizie che arrivano dall’Olanda e riportate dai siti «Hacker journal» e «Sicurezza.net», sarebbe di 50 milioni di dollari da pagare in criptovaluta. «La tua rete è stata violata e tutti i dati sono stati crittografati. Per riottenere l’accesso a tutti i dati, devi acquistare il nostro software di decrittazione»: questo, in sintesi, il messaggio che appare sui computer.

La direzione di MediaMarkt ha immediatamente comunicato ai dipendenti le direttive per fermare la pandemia da virus e la proliferazione del ransomware. Pc spenti, sistemi da non riavviare, cavi di rete disconnessi, restate alla larga dai sistemi criptati, tenete registratori di cassa e scanner staccati dai server. 

READ  Jacobs, sei nella storia! Primato europeo (9”84) e alle 14.50 è finale dei 100

I punti vendita sono aperti ma alcuni servizi ai clienti sono interrotti o rallentati, dal call center telefonico al reso/ritiro dei prodotti fino alle consegne a domicilio. Lo confermano le persone in attesa nei punti vendita di Milano. E le risposte dei dipendenti: «Abbiate pazienza».

Usi Telegram?

Unisciti al nostro canale per restare sempre aggiornato

Seguici sui social!

Instagram

Twitter

linkedin

Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli recenti