martedì, Maggio 24, 2022
HomeRubricheGuarda che ti passa13 Reasons Why - Recensione

13 Reasons Why – Recensione

Tempo di lettura: 2 minuti

13 Reasons Why è una serie televisiva statunitense creata da Brian Yorkey tratta dal romanzo 13 di Jay Asher. Divisa in 4 stagioni andate in onda dal Marzo 2017 al giugno 2020 su Netflix.

“13 Reasons Why” è un’entusiasmante serie Netflix sulla vita, la morte, la verità e le bugie, è basato sul bestseller di Jay Asher “Dead Girls Don’t Lie”.

La serie racconta la storia di Hannah Baker, una giovane studentessa delle superiori che si toglie la vita e prima di farlo registra 13 nastri in cui lei spiega cosa o chi presumibilmente le ha fatto commetter e quel gesto.

- Advertisement -

Le storie danno un’idea dell’ostilità, dell’umiliazione e delle speranze deluse a cui Hannah era regolarmente esposta, nelle registrazioni lei parla ai suoi compagni di classe facendo loro sapere quale ruolo hanno giocato nella sua vita e come hanno contribuito alla  decisione di suicidarsi.

La storia è raccontata da Clay, che mentre ascolta i nastri, ricostruisce gli ultimi anni della vita di Hannah, e gli si apre un mondo su come gli esseri umani tengono le vite degli altri nelle loro mani, giorno dopo giorno, anche se per lo più non se ne accorgono; siamo importanti l’uno per l’altro e non possiamo mai dire quanto siamo importanti in un dato momento.

La storia mostra come le ferite si accumulino, indebolendo gradualmente la mente e il cuore di Hannah.

Ognuno dei 13  protagonisti al declino di Hannah avrebbe potuto agire in modo diverso, se l’ avesse conosciuta realmente ma ahimè, scoprono quella mente solo dopo la fine della sua vita.

La serie tratta argomenti pesanti come il suicidio, l’omicidio e l’aggressione sessuale e sebbene questi argomenti siano difficili da guardare, il mistero e la suspense contribuiscono alla qualità della serie, ogni episodio rivela indizi che indicano un nuovo sospetto, e ogni personaggio sembra colpevole.

- Advertisement -

Sfortunatamente, il programma non è riuscito a trasmettere allo spettatore che ci sono altre vie d’uscita da una crisi oltre al suicidio; sarebbe stato importante mostrare esplicitamente le alternative, avrebbe dovuto dimostrare che può aiutare l’aprirsi alla famiglia o ad altre persone di cui ti fidi.

Dal nostro inviato in America

- Advertisement -

Usi Telegram?

Unisciti al nostro canale per restare sempre aggiornato

Seguici sui social!

Instagram

Twitter

linkedin

Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Jooble Partnersspot_img
- Advertisment -

articoli recenti